Formidabile Lambrate | MIO [temporary Wall] 19.10.19
16051
post-template-default,single,single-post,postid-16051,single-format-standard,bridge-core-1.0.2,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,paspartu_enabled,qode-theme-ver-18.0.4,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive
 

MIO [temporary Wall] 19.10.19

MIO [temporary Wall] 19.10.19

MIO [temporary Wall]

Siamo lieti di annunciare il nuovo progetto MIO [temporary wall],

una rassegna con cadenza mensile che vedrà protagonisti artisti visivi che spaziano nel mondo della fotografia, dell’arte come dell’illustrazione. Una parete tutta vostra per un mese; a rotazione verranno selezionati artisti che avranno la possibilità di esporre le proprie opere sulla parete di Formidabile proprio sulla vetrina di Via Ventura 3, nel cuore del distretto del Design di Lambrate, visibile a tutti i passanti.

Sarà possibile sottoporre la propria opera inviando una presentazione al seguente indirizzo: info@formidabilelambrate.com

Sabato 19 dalle h.18.00 inaugura la parete

Danila De Santis con The Details_L’arte di Amarsi.

Installazione fotografica

Inaugurazione con l’artista h.18:00 – 21:00

Danila De Santis

The Details_L’arte di Amarsi.

” A volte indossare una maschera è così facile,

quasi impercettibile la forza che si ha nell’usarla;

è così facile essere qualcuno che non si è veramente?

Essere umani che tendono a trasformarsi:

labbra modificate, nasi modificati

vite strette, cosce snellite, visi puliti, nei, cicatrici e rughe cancellate.

Ma la vera domanda è:

a cosa tendiamo davvero? Qual’è il nostro obiettivo?

Essere perfetti, nascondendo qualsiasi cosa ci possa davvero rappresentare.

La verità è che non siamo più capaci di osservare realmente;

non vogliamo più osservare, andiamo oltre, vogliamo avere più di quel che già abbiamo e non amiamo.

Feed che scorrono, foto che tendono a qualcosa che non esiste davvero.

Visi non reali, corpi straziati, particolari svaniti, storie cancellate.

I nostri dettagli, cancellati.

La vera perfezione non esiste e non esisterà mai, perché vuol dire portare all’esasperazione un concetto base, un concetto che non ha limiti,

quindi impossibile da raggiungere.

Qui non si tratta di Perfezione, ma d’Identità, la Nostra.

Noi con i nostri mille difetti, noi con le nostre cicatrici che raccontano

un pezzo della nostra storia,

Quei dettagli che ci contraddistinguono.

Una vita intera per capirli,

una vita intera per accettarli,

una vita intera per Amarli.

2019.

L’anno in cui le bugie sono viste come premio e la verità come arma. ”

http://www.daniladesantis.it